Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: T - pagina 3

Tartaro

tàr-ta-ro

SignDeposito lasciato dal vino nella botte, e incrostazione che si forma sui denti; nella mitologia classica, luogo o divinità infernale; relativo all'etnia tartara

nel significato mitologico, derivato dal nome greco Tàrtaros, a cui forse si collega il significato di incrostazione di vino nella botte; e quale nome dell'etnia asiatica, sovrapposizione di Tatar, nome originale della popolazione, e il Tartaro mitologico.

Nel corpo di una parola ne confluiscono tre, molto diverse fra loro, che però trovano un inaspettato filo comune. Nel mito greco, il Tartaro è una figura sublime e terrificante. È dipinto sia come divinità primigenia, assieme a Caos e Gaia, sia come sconfinato abisso infernale. Ci si domanderà che cosa c'entra questo con la gromma delle botti e con una bellicosa stirpe mongola. Ora, il tartaro della botte è particolarmente ricco di un acido, l'acido tartarico (ça va sans dire); e proprio...

» Continua a leggere...

Tartassare

tar-tas-sà-re (io tar-tàs-so)

SignTrattare male qualcuno, con eccessiva durezza, vessare; usare qualcosa con imperizia

voce onomatopeica.

La schiettezza delle parole che hanno un'origine onomatopeica è inarrivabile - ed è meravigliosa l'idea di trarre un significato direttamente da un suono. Tartassare, comunemente, significa vessare, angariare: ti tartasso con delle mail quotidiane, ti tartasso con le tasse (nessun nesso etimologico!), ti tartasso con le mie critiche insistenti. Anche se il significato di 'vessare' è più risalente (parliamo di attestazioni nel XVI secolo), nell'uso familiare il tartassare compare con i...

» Continua a leggere...

Tartufesco

tar-tu-fé-sco

SignProprio di persona ipocrita, che ostenta una falsa devozione

dal nome del protagonista de Il Tartufo di Molière, andato in scena per la prima volta nel 1664.

Con questa parola si vuole intendere un carattere proprio dell'ipocrita, della persona che nasconde macchinazioni disoneste sotto un'apparenza di ostentata devozione e moralità bigotta. A esempio, si può notare la flemma tartufesca del colletto bianco che ricicla denaro sporco, si può parlare dell'atteggiamento tartufesco del padre di famiglia che copre i suoi intrighi, e può essere smascherata una strategia tartufesca dell'amministratore locale. Questa parola nasce dal nome di Tartufo,...

» Continua a leggere...

Tassativo

tas-sa-tì-vo

SignChe stabilisce in modo perentorio e inderogabile

dal latino: taxare, a sua volta dal greco: tassein ordinare, e in particolare esigere, fissare un pagamento.

Quello del tassativo è un imperativo categorico, che non ammette sgarri: come è fissato così deve essere fatto. Sarà quindi tassativo un ordine che deve essere svolto immancabilmente alla lettera, sarà tassativo un elenco di fattispecie precise, a cui sole è applicabile una data norma, sarà tassativamente proibito fumare negli ospedali o in presenza di donne incinte. Molto curioso è che questo senso di severità e durezza sgorghi dall'immagine del soldo da avere, di cui si tiene il conto con...

» Continua a leggere...

Tassello

tas-sèl-lo

SignInserto di legno o pietra che serve per riparazioni o ornamenti; pezzetto di legno inserito in un muro per fissare viti; ritaglio di stoffa di rinforzo; tessera di mosaico

dal latino: tessella, diminutivo di tessera dado, piastrella.

È una parola con molti significati, ben consueti a chi si occupi di lavori domestici: per tassello si può intendere un pezzetto di legno o di altro materiale che viene inserito in un mobile, in una pietra o in una parete per rattopparne una fessura; oppure un cuneo di legno (o oggi un invito espansibile) che, inserito in un muro, offra migliore presa ad una vite; e infine per tassello si intende anche la tessera, il cubetto che forma un mosaico o una piastrellatura. Notiamo che quindi il...

» Continua a leggere...

Tassonomia

tas-so-no-mì-a

SignDisciplina che ha ad oggetto la classificazione e ordinazione di elementi all'interno di un sistema

composta dal greco: taxis ordine e nomos regola.

La tassonomia è una disciplina versatile che può essere applicata a molti campi della conoscenza umana; dopotutto l'idea fulminante di classificare gerarchicamente dei concetti è una delle cifre più rappresentative della tensione verso la chiarezza che deve essere propria delle scienze e del pensiero razionale. Se la tassonomia per eccellenza è quella biologica - impegnata nella classificazione degli organismi viventi - non è però l'unica di cui si può parlare. Alla fine di un corso di...

» Continua a leggere...

Tattica

tàt-ti-ca

SignTecnica che ha ad oggetto l'impiego di mezzi bellici in combattimento; modo di agire idoneo al raggiungimento di uno scopo preciso o parziale

dal greco taktiké (sottinteso technè, arte), femminile sostantivato dell'aggettivo taktikòs ordinativo, derivato del verbo tàssein ordinare.

Questa parola non è così semplice come parrebbe, infatti ha un significato piuttosto specifico che spesso sfugge. Tutta la problematica che la riguarda si può sintetizzare nella differenza che la diparte dal concetto di strategia. Si tratta di concetti che nascono in ambito militare, e che hanno significati omogenei. La tattica è la tecnica - o l'arte - con cui si persegue un risultato parziale: la buona tattica fa vincere la battaglia. Quindi riguarda l'uso di certi mezzi in un certo...

» Continua a leggere...

Taumaturgia

tau-ma-tur-gì-a

SignCapacità di compiere miracoli

dal greco: thauma meraviglia ergon opera, azione.

Parola di rara nobiltà. Tradizionalmente il potere taumaturgico è riservato ai santi, o ai sovrani di stirpe divina. Ma per chi sappia osservare, il miracolo va ben al di là della populistica prova in cui la teologia si mescola alla televendita, o della squallida propaganda monarchica. In un momento di grave lutto, nell'istituzione seria e contrita del funerale, si può scegliere il potere di un sorriso taumaturgico, così come nella paura la taumaturgia della risata; l'azione taumaturgica...

» Continua a leggere...

Tauromachia

tau-ro-ma-chì-a

SignCombattimento fra tori, o fra tori e uomini

dal greco tauromachìa, composto da tauros toro e màche battaglia.

Nel corso dei millenni, diverse culture mediterranee hanno sviluppato riti o spettacoli che prevedevano il coinvolgimento di tori - e non è difficile immaginare il perché: il toro è l'animale di terra più forte dell'area mediterranea, sfidare lui vuol dire sfidare la potenza della Natura. Fra questi ricordiamo la taurocatapsia, cioè il salto del toro (qualcuno ha in mente quell'affresco a Cnosso...?), durante la quale il sacerdote afferrava le corna del toro che gli correva contro, e si...

» Continua a leggere...

Tautogramma

tau-to-gràm-ma

SignFrase o componimento composto di parole comincianti tutte con la stessa lettera

dal greco tautó, crasi di tò autó ‘lo stesso’, e grámma ‘lettera’, perciò ‘lettera identica’.

La definizione da manuale, quella della Treccani, è quella di sopra: «frase o componimento composto di parole comincianti tutte con la stessa lettera». Certo, chiara; tuttavia, molto più interessante e, soprattutto, esemplificativa, è quella che dà Walter Lazzarin, giovane padovano autore di, in mezzo a tutto il resto, Ventuno vicende vagamente vergognose: «composizione costruita con componenti che cominciano, categoricamente, con caratteri coincidenti». Sì, è proprio un tautogramma che si...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato