Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: V - pagina 5

Vibrazione

vi-bra-zió-ne

SignOscillazione di piccola ampiezza e alta frequenza; tremito; fremito

dal latino: vibratio lancio, da vibrare agitare, scuotere, essere pieni di energia, scintillare.

È curioso come intuitivamente l'immagine pulita delle molecole che vibrano d'energia sgorghi da quella più antica e torbida dei soldati che agitano le lance prima dello scontro. Il concetto della vibrazione, nei secoli, si è notevolmente raffinato, e da uno scotimento bellicoso e un po' scomposto si è astratto in un'oscillazione continua, piccola e rapida. Certo, quel senso di energia aggressiva esiste ancora in espressioni, pur eleganti, come "vibrare un colpo", ma resta un senso...

» Continua a leggere...

Vicenda

vi-cèn-da

SignSusseguirsi di avvenimenti

dal latino: forse dall'ipotetico verbo vicere, derivato da vicis cambio, vece - parola difettiva usata particolarmente in alcune espressioni, di origine indoeuropea.

Il vicendevole, l'avvicendarsi, la vicenda, - il vice! - traggono tutti origine dalla medesima antichissima radice, che indica cambio, sostituzione. Sullo stesso campo si alternano e susseguono avvenimenti - osservati, nella vicenda, per il loro connotato di impermanenza e di turno. Concetto semplice e di semplice osservazione, si traduce in una parola presentissima, usatissima e di grande meraviglia nella lunga storia della sua formazione - proprio come il pollice opponibile o la ruota.

» Continua a leggere...

Vieto

viè-to

SignVecchio, stantìo

dal latino: vetus vecchio - da cui anche "vetusto" e "veterano", ad esempio.

Le sfumature di questa pur desueta parola meritano di essere considerate in virtù del loro valore di altissima espressività: il vieto, infatti, è ciò che è antiquato, obsoleto - e in certa misura anche il rancido e lo stantìo - espresso con una sonorità estremamente calda e avvolgente, che pur nel dispregio è signorile, ma non solo; il vieto è anche il relitto, l'abbandonato, il rovinato, e in questa dimensione acquisisce una fermissima connotazione poetica. Sarà vieta l'aria di una stanza...

» Continua a leggere...

Vignetta

vi-gnét-ta

SignDisegno decorativo di tralci di vite, proprio dei manoscritti medievali; nell'arte del fumetto, riquadro che contiene una singola scena; illustrazione ornamentale posta all'inizio del capitolo di un libro

dal francese: vignette diminutivo di vigne vigna.

Quella dell'amanuense era un'opera complessa e ponderosa, che necessitava di enorme precisione e pazienza - intrecciando la ricapitolazione e la preservazione della cultura con la creativit artistica. Fra i vari caratteri di pregio di queste opere, quello che forse si è maggiormente impresso nell'immaginario collettivo è la grande iniziale ornata che non manca mai di aprire un capitolo. Questa, fra le decorazioni più tipiche di cui era corredata, aveva i tralci di vite, pianta nostrana e di...

» Continua a leggere...

Vile

vì-le

SignDi scarso valore; meschino, codardo

dal latino vilis 'di basso prezzo, spregevole, di condizione inferiore'.

Come spesso accade, il più semplice dei significati ha sviluppi complessi. Vile, come ci racconta l'etimologia, in origine sarebbe ciò che è venduto a poco prezzo, ciò che è di scarso valore e qualità. Ad esempio se vendo una casa a prezzo vile significa che è un prezzo molto al di sotto di quello di mercato (magari i costi di manutenzione sono insostenibili), si parla della pietra filosofale che trasforma i metalli vili in oro, e non scordiamo il vil danaro! Ovviamente questo significato...

» Continua a leggere...

Vilipendio

vi-li-pèn-dio

SignOltraggio, disprezzo ostentato

da vilipendere, probabilmente da un'erronea trascrizione del latino nili pendere non valutare per nulla.

La storia di questa parola è curiosa. Infatti in latino appare un'unica volta, nel Truculentus di Plauto; il che ha fatto pensare a molti studiosi che si trattasse di un errore di trascrizione del testo, perpetuato attraverso i secoli: un più plausibile nili pendere, cioè non valutare per nulla, è probabilmente stato copiato come "vilipendere". Il significato di questa parola, che pure subisce la suggestione di un accostamento con "vile", non si discosta molto dal significato di quella che...

» Continua a leggere...

Viluppo

vi-lùp-po

SignAmmasso intricato; confusione; involto

dal latino tardo faluppa 'scarti di paglia', derivato o incrociato con un derivato di volvere 'avviluppare'.

È una parola cardinale: senza essere comune è la base di parole comunissime (pensiamo allo sviluppo) o comunque ben note, come l'avviluppare, l'inviluppare. E s'immagina facilmente che si stia parlamdo di un intrico, ma nell'etimologia i caratteri di questo intrico sono presentati in maniera un po' strana, che chiama qualche pensiero. Se l'origine è il latino faluppa, e se quindi il riferimento è agli scarti di paglia, steli e rametti disordinati insieme, non si può non rilevare che gli...

» Continua a leggere...

Vintage

SignDenominazione di pregevoli vini d'annata; in generale, attributo di oggetto di pregio - in particolare, oggetto di vestiario, di gioielleria, o d'arredamento datato o di gusto démodé

voce inglese, derivata dal francese antico vendenge vendemmia, dal latino vindimia.

Parola comune, con cui solitamente si indicano abiti, accessori e arredamenti vecchi, di gusto rétro, appartenenti a stili e mode di tempi andati - e perciò pezzi unici e irripetibili, magneti per l'eccentrico. Il malinteso che si sente ripetere riguardo a questa parola coinvolge la sua etimologia: infatti è spesso ritenuto che il vintage sia ciò che è vecchio di almeno venti anni. Ma l'etimo di vintage non ha molto a che vedere col numero francese vingt: esso invece ci parla del vintage...

» Continua a leggere...

Virago

vi-rà-go

SignDonna robusta e coraggiosa; donna mascolina e autoritaria

dal latino virago, derivato di vir uomo.

Una parola desueta ma dal significato vivace - il cui uso oggi presenta qualche profilo problematico. La virago è la donna con i caratteri dell'uomo: ovviamente questo può valere sia come complimento, sia come denigrazione. In un'ottica decisamente rétro, certi sentimenti positivi e qualità erano ritenuti principale appannaggio del maschio (come a esempio forza e coraggio), e trovarli in una donna significava riconoscerle un attributo straordinario: pensiamo alla virago che sventa la rapina...

» Continua a leggere...

Virale

vi-rà-le

SignRelativo a un virus, causato da un virus; che ha una diffusione rapida e vasta

da virus voce latina che significava 'umore, succo' ma anche 'veleno'.

Parola importantissima, specie di questi tempi. In latino la parola 'virus' indicava, fra l'altro, un veleno; fu nel XVI secolo che questo termine entrò più stabilmente nel gergo medico, descrivendo un pus contagioso. E solo alla fine dell'Ottocento fu attribuito a un agente infettivo di nuova scoperta, più piccolo dei batteri. In medicina, da allora, 'virale' indica sia ciò che è relativo ai virus, sia ciò che è da essi causato: pensiamo alla carica virale che risulta da un'analisi del...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato