Umile

  • 37

ù-mi-le

dal latino: humi a terra, derivante da humus terra.

E' una parola più difficile e sfaccettata di quanto sembri.

L'umiltà può non essere quella descritta da Nietsche, il raggomitolarsi del verme pestato per evitare d'essere pestato di nuovo. C'è un nesso con la terra, una potenza primitiva che non si può trattare con arroganza e superiorità.

Non l'ho messo nell'etimo perché non troppo accreditato, ma in sanscrito [bhumi] significa terra, e la creatura della terra è [bhuman]. Da cui [umano]. La superbia (super-bios, crescere sopra) è qualcosa di aereo che trascura il forte vincolo dell'umano con la terra da cui deriva. L'umile, probabilmente, è qualcuno o qualcosa di molto più autenticamente legato alla propria natura, che la com-prende in sé.

Parola pubblicata il 14 Luglio 2010

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato