Sollazzo

sol-làz-zo

Piacere, divertimento

dal latino: solatium conforto, da solari ristorare. Altra etimologia lo vorrebbe derivato da solis acies difesa dal sole, sempre nel senso di ristoro.

È una parola allegra, nel significato e nel suono - seppur non etimologicamente, nella forma legata immediatamente al sole. Non per nulla lo "stare al solatìo" vuol dire più del semplice stare al sole, vuol dire goderselo, piacevolmente rilassati.

Il sollazzo è una forma di divertimento schietto, primaverile, gentile - il più sfaccendato che si possa immaginare, piuttosto lontano dal divertimento frenetico.

Così ci si potrà sollazzare in riposo durante le pause dal lavoro o dallo studio, nella calorosa osteria dopo una lunga giornata, guardando puntate di una serie televisiva ridente e intelligente - o la domenica in campagna, in giornate belle come queste, che promettono già la primavera.

Parola pubblicata il 14 Marzo 2012

Commenti